CORSO DI EDUCAZIONE STRADALE ORGANIZZATO DALLA COOPERATIVA HILAL

Nuova Rubrica: OPINIONI, premessa e primo spunto tematico – «Diritto di migrare e criminalizzazione dell’accoglienza e della solidarietà nell’epoca dei populismi»
23 luglio 2018
«Diritto di migrare e criminalizzazione dell’accoglienza e della solidarietà nell’epoca dei populismi»
31 luglio 2018
Show all

Corso di educazione stradale organizzato dalla Cooperativa Hilal

 

Presso il Centro «Le Magnolie» di Zerman è stato organizzato recentemente un «Corso di educazione stradale» per i richiedenti asilo ospitati nella struttura di accoglienza, in collaborazione con il Comune di Mogliano Veneto e la Polizia Municipale.

Si tratta di un importante progetto di educazione stradale che ha lo scopo di fornire alcune nozioni primarie di educazione stradale ai ragazzi migranti che spesso usano la bicicletta come principale mezzo di locomozione.

 

Finalità

Promuovere corretti stili di vita e il senso civico dei ragazzi richiedenti asilo, in modo che possano “vivere” la strada in maniera sicura per salvaguardare la propria incolumità e quella degli altri

Stimolare la presa di coscienza delle responsabilità personali nel contesto di gruppo

Far capire che ognuno deve assumersi delle responsabilità personali quando si parla di educazione stradale. Un circolo virtuoso che funziona solo se ciascuno fa la propria parte e rispetta le regole

Muoversi all’interno del tessuto socio-istituzionale, nella consapevolezza che condividere buone prassi quotidiane è importante sia a scopo inclusivo che integrativo

 

Obiettivi

Sensibilizzare i ragazzi R.A. al rispetto della legalità, all’educazione civica e alla convivenza civile

Migliorare la conoscenza e il rispetto delle regole del Codice della Strada, attraverso azioni di prevenzione e di conoscenza delle norme, in modo che acquisiscano competenze in merito ai comportamenti corretti da tenere quando si circola per strada                                                           

Rendere i ragazzi consapevoli e responsabili delle loro azioni, affinché diventino coscienti dei rischi e dei pericoli della circolazione stradale

 

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO

I partecipanti sono stati divisi in gruppi. Le lezioni teoriche sono state svolte tramite lezioni frontali e condotte:

– dalle mediatrici culturali del Centro

– dalla Polizia Municipale di Mogliano Veneto

Mentre le lezioni pratiche sono state realizzate da un gruppo di volontari scout di Mogliano Veneto

 

1. Collaborazione delle mediatrici culturali del Centro

È stato attivato un processo di formazione/informazione necessario a far acquisire comportamenti corretti e responsabili come pedoni e ciclisti, nel rispetto delle regole del codice stradale con l’ausilio delle mediatrici culturali del Centro

Contenuti

– Nozioni di base dell’educazione stradale

– I segnali stradali

– La bicicletta e le regole del ciclista

 

2. Collaboratori esterni

Polizia municipale

L’intervento dei Vigili Urbani si è articolato attraverso 2 incontri con  i 2 gruppi dei R.A. (francofoni e anglofoni), alla presenza delle rispettive mediatrici culturali

Volontari scout

Dopo le lezioni teoriche i ragazzi hanno affrontato una prova pratica, dimostrando di conoscere la segnaletica stradale ed eseguendo un intero percorso ciclo–pedonale che si è svolto durante un fine settimana con i volontari SCOUT, dal centro di accoglienza fino al campo calcistico di Mogliano Veneto e che si è concluso con una partita di calcio.